venerdì 28 agosto 2009

Sulle tracce dell'arte gardenese, Ortisei Val Gardena 29/08/09-12/09/09


La Val Gardena e' famosa per le i panorami mozzafiato delle sue montagne, ma in tutto il mondo e' famosa per la lavorazione del legno. L’artigianato tradizionale della Val Gardena risale al XVII secolo quando per motivi economici si iniziò ad intagliare oggetti semplici d’utilizzo quotidiano oppure giochi in legno. Grazie all’impegno, alla costanza e alla perseveranza si riuscì ad affinare in modo relativamente veloce le tecniche, creando mano a mano opere figurative e realizzando lavori qualitativamente artistici. Oggi gran parte degli scultori e intagliatori di legno realizza i propri lavori principalmente a mano, per garantire un futuro e una qualita' hanno creato una vera vera e propria scuola artistica. In occasione della manifestazione Unika, la fiera delle sculture del legno, l'azienda di soggiorno offre una proposta di soggiorno per sette giorni che prevede ingresso alla fiera, visita guidata ai musei della valle, un corso di scultura del legno, visita ai tradizionali masi.

Un occasione per conoscere una valle bella e incontaminata e ricca di una cultura propria anche culinaria ogni venerdi per gli ospiti si tiene un corso di cucina gardenese, su come imparare a fare canederli, strudel e spatzle. Settembre e' il mese migliore fuori stagione un titmo piu' lento e con servizi e prezzi migliori.

lunedì 24 agosto 2009

Silandro, 1° Le Giornate del Miele dell' Alto Adige, 28-29 Agosto 2009


Con grande piacere presento la prima edizione delle giornate del miele in Alto Adige, Silandro oltre che ad essere una piacevole località offre circa 80 km di sentieri ed itinerari ben contrassegnati e posti a diverse altitudini. All'amante della natura si presentano splendide possibilità per compiere escursioni sul Monte Mezzodì e sul Monte Tramontana nel territorio del Parco Nazionale dello Stelvio. Durante il mese d'Agosto ha deciso di presentare una ricchezza del suo territorio, il miele, uno zucchero naturale, ci sono in Alto Adige 40.000 colonie d'api e una produzione di 600.000 kg di miele di ottima qualità. Infatti per tutto il mese i ristoranti e alberghi presenteranno piatti e bevande a base di miele. Nei giorni 28-29 un programma ricco e fitto che va dalla gastronomia alla cosmesi, un percorso didattico per i ragazzi, un modo per imparare a conoscere il miele per capire che un prodotto gastronomico fa parte del territorio e dell'ambiente.

Info: prime giornate del miele in Alto Adige, Silandro,

venerdì 21 agosto 2009

Con Avanguardie alla scoperta del territorio del Salento

( Immagine tratta dal sito www.avanguardie.net)
Avanguardie, una delle associazioni no profit del turismo ambientale che insegna a scoprire il territorio del Salento, un ricco programma sia per l' Agosto che per l'Autunno, alla scoperta di un territorio ricco di patrimonio storico, architettonico e naturale unico.
Giovedì 27 agosto: Il canalone di Santa Maria, tombe messapiche e grotta del fico. Dalle 17.00 alle 19.00
Giovedì 03 settembre: Terra di Mezzo. Dalle 17.00 alle 19.00
Venerdì 04 settembre: Luna piena a Portoselvaggio. Dalle 21.00 alle 24.00

BICITOUR: tutti i LUNEDI, MERCOLEDI e VENERDI si pedala a PORTOSELVAGGIO, lungo i GIARDINI SEGRETI delle ville delle Cenate e TRA PIETRE E MASSERIE, alle Danze della Contessa


Informazioni: Avanguardie

sabato 15 agosto 2009

Cassis e i calanchi

Fonte foto: http://www.varlocation.com/

Cassis calanques, sono una delle mete classiche in tutti coloro che visitano la Costa Francese del Mediterraneo, perchè i calanchi riservano delle sensazioni speciali, per fare un paragone sono come i fiordi della Norvegia ma con una luce più intensa, il colore della pietra calcarea bianca, il verde di una natura forte e il blu del mare mediterraneo. Sono veramente belli il consiglio per la prima volta è quello di prendere un battello da Cassis o noleggiare un imbarcazione, perchè è unico modo per vederli tutti. Per una seconda visita scegliete quello che vi piace di più e passateci un intera giornata. Sono raggiungibili anche a piedi e c'è anche uno speciale trenino che parte da Cassis, ma se ne può vedere solo qualcuno vicino a Cassis.
Il tratto di costa si estende per 20 km di lunghezza e 4 km di larghezza, tra le località di Marsiglia e Cassis. Si contano una ventina di cale, le principali sono quelle di Goudes, Callelongue, Sormiou , Morgiou, Sugiton, il Devenson , l'Oule, En-Vau , Port-Pin e Port-Miou . La fauna e la flora del massiccio dei Calanchi sono protette. I camminatori instancabili possono scoprirli a piedi, seguendo il sentiero di 25 km che fiancheggia la costa. I contemplativi opteranno per la barca. Con il battello da Cassis in un ora e mezzo potrete visitare 9 calanchi.
Info: Cassis, I calanchi in battello,  Calanques Cassis, Visite Calanques,

Raggiungere Cassis in autobus da Marsiglia con Lepilote, in treno informazioni dulle ferrovie francesi locali Ter Sncf Paca comodamente raggiungibile sia da Marsiglia, Tolone, non ci sono invece treni diretti a Cassis essendo una stazione piccola, bisogna appoggiarsi prima alle località di Marsiglia e Tolone raggiungibili con i TGV da tutte le grandi città e poi con treni locali.



Calanchi di Sormiou e Morgiou



Calanchi sono accessibili anche da Marsiglia con operatore : Visites des calanques, che prevede anche una escursione sottomarina o Croisieres Marseille Calanques,

Per fare inevce i calanchi a piedi, non in tutti i periodi è possibile c'è una limitazione per non rovinare o disturbare la flora e la fauna informazioni qui . Ricordate che dal calanques del calleloungue a Cassis sono 11 ore di cammino, quindi se non siete allenati è bene limitarsi nel percorso specie se avete dei bambini al vostro seguito, portarsi anche bibite in particolare acqua, perchè non sempre lungo il percorso ci sono luoghi di ristoro frequenti.

Per chi invece ama fare escursioni in kayak. Info Raskas kayak

sabato 8 agosto 2009

Mercati: Viktualienmarkt, Monaco di Baviera

Fare turismo lento è un attività piacevole camminare nella città semi vuote, la cosa che mi piace di più è girovagare nei mercati, perchè credo che è nei mercati che troviamo il senso della città e impariamo a conoscere le abitudini alimentari. Monaco, capitale delle Baviera, è una città ricca di attrattative sia aritstiche che culturali ma io ho preferito fare conoscere il mercato.
Il Viktualienmarkt, si trova nel pieno centro della città a pochi passi da Marienplatz e dalla chiesa di St. Peter. La sua'inaugurazione risale al 1807, ed è il solo mercato della città a funzionare dal lunedi al sabato.
Io ci arrivo dalla Reichenstrasse, dopo avere fatto colazione alla Knditorei cafè Wiener, subito si trova il banco dei concentrati di frutta doversi cocktail da provare il più richiesto è arancia, carota e banana. Le merci arrivano da ogni dove anche dall'Italia, oltre a frutta e verdura i bavaresi vengono a comprare il pane e i dolci. Più ci si avvicina alla Marienplatz e le bancarelle si trasformano in negozi con formaggi, carne e delicatessen. Non mancano i ristoranti veloci come Nord See per il pesce, ma anche un posto tranquilo dove mangiare qualcosa di tipico e bere un bicchiere di birra un alternativa non solo più economica del ristorante ma di qualità, mangiando tra i bavaresi.

domenica 2 agosto 2009

Mobilità alternativa a Finale Ligure, Bike sharing

Il comune di Finale Ligure entra nel circuito Bike Sharing "c'entro in bici". Un sistema comodo e pratico per prendere a noleggio le biciclette. I punti di presa sono a Finalborgo (giardini mantero), Finalmarina (piazza della stazione), Finalpia (piazza della stazione), Varigotti (piazza del sole). Per avere la chiave decodificata e non duplicanile bisogna rivolgersi al comune e versare una cauzione di 15 euro.
Inziativa interessante ma fortemente limitata, più adatta alla popolazione locale che ai turisti, quale turista ha il tempo di andare in comune richiedere la chiave e versare il deposito? U un operazione troppo complicata, dovrebbe essere un servizio più facile per i turisti, mentre invece questo sembra un servizio per la popolazione ma non per i turisti, se poi a questa si aggiunge la scarsità di piste ciclabili dedicate a questo sport, si può andare dappertutto in bicicletta ma è bene che le biciclette abbiano percorsi segnalati e specifici, se non c'è una mobilità alternativa non si mezzi ma anche di strutture.
Tuttavia Finale Ligure rimane un comune interessante per il turismo lento, ricco di cultura storica, enogastronomica e con l'altipiano delle Manie dietro l'angolo che offre il meglio del turismo outdoor.
Il consiglio di Turismo lento: Appartamenti e agriturismo La Realidad