venerdì 27 aprile 2012

Firenze Go Slow, il giardino degli Iris e il giardino delle Rose

Firenze è una della destinazioni turistiche italiane più frequentate, mi capita di recarmi spesso a Firenze, questa non è una guida classica sulla città di Firenze, ma quello che faccio io quando vado a Firenze, l'intenzione è di raccontarvi la mia Firenze, che viaggia a un ritmo lento che permette di apprezzare meglio una città storica e importante, ricca di un patrimonio storico e culturale che non ha eguali nel mondo.
Arrivare a Firenze la cosa migliore è arrivare con il treno che porta direttamente nel centro della Città, le proposte sia da Italo che da Trenitalia non mancano dalle principali città italiane ed estere.





Mobilità dolce ecosostenibile a Firenze
La migliore cosa è circolare a piedi, ma c'è anche un comodo servizio:
- Autobus gestito da Ataf. Questo mezzo di trasporto permette di spostarsi su tutto il territorio cittadino  senza l’uso della propria auto. 
- Una linea di tram elettrici è attiva la Linea 1 che collega Firenze con Scandicci.
- La Bicicletta la città di Firenze è dotata di una rete di piste ciclabili che permettono di visitare la città agevolmente c'è l’iniziativa “Mille ed una bici” che permette di noleggiare la bici in un punto di prelievo e di essere riconsegnata in un altro. Il servizio è gestito dalla Cooperativa Ulisse bike rental che potete trovare direttamente in tutte le stazioni ferroviarie.
- Per i più tecnologici c'è Segway, è una modalità di trasporto elettrico nel centro storico, con il rispetto dell’ambiente. 

I giardini di Firenze
Tutti si dedicano al patrimonio architettonico ma c'è un altro patrimonio di Firenze, che è quello dei suoi giardini: il giardino dei semplici e in questo mese di fine aprile maggio due aperture straordinarie il giardino degli Iris e il giardino delle rose.
- Il giardino dei semplici, oggi orto botanico della città è stato fondato nel 1545 da Cosimo de' Medici, uno dei primi orti botanici al mondo.
- Il Giardino dell’Iris  si trova  al lato est del Piazzale Michelangelo, il cosiddetto “Podere dei Bastioni”a inaugurato nel 1954, Iris rosso è il simbolo della città, è un giardino che si è arricchito anno dopo anno da donazioni e lasciti con Iris provenienti da tutto il mondo. Ogni anno specialisti, botanici, ibridatori, orticoltori provenienti da diverse nazioni estere visitano e operano nel Giardino per l'interesse scientifico, un autentico tesoro per la città.
- Il Giardino delle Rose, è un parco sottostante al Piazzale Michelangelo verso ovest, in viale Giuseppe Poggi.Un tempo aperto al pubblico solo per un breve periodo in primavera adesso è aperto nella bella stagione tutti i giorni Fu realizzato nel 1865 dallo stesso architetto del piazzale, Giuseppe Poggi copre circa un ettaro di terreno dove si gode una splendida vista panoramica della città, tante le varietà di rose provenienti da tutto il mondo che proprio in questo periodo iniziano a sbocciare. 

Mangiare a Firenze
- Boccadama, in piazza Santa Croce una delle piazze più belle di Firenze, un locale informale offre i piatti della tradizione con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Qualche suggerimento Insalata dei Medici con erbe di campo, pecorino, mela, pinoli e uvetta e Insalata rustica con pere, gorgonzola e pancetta. Vino della Toscana a bicchiere .
- Trattoria Sostanza detto il Troia, via della Porcellaia 25r, è l'essenza della cucina fiorentina popolare, un locale piccolo, con un ambiente d'altri tempi, una cucina non creativa ma della migliore tradizione fiorentina. Oltre alla classica costata alla fiorentina che qui fanno benissimo, molto buono e lo sformato di carciofi, le zuppe, grande ricchezza di verdure e sopratutto legumi cotto al coccio, per chiudere Meringa alla panna con fragoline di bosco. Essendo il locale piccolo tendono a incorporare più persone su un tavolo, questo risvolto deve essere visto come un arricchimento, perché il locale è frequentato da una clientela di classe, essere seduti al tavolo con un professore di Cambridge e un giornalista del Washington Post, non capita tutti i giorni.

Cantucci a Firenze
- Cantinetta dei Verrazzano in via dei tavolini 18r, è il locale dell'omonima azienda Castello di Verrazzano, produttore di vini in Greve in Chianti. Non è solo panetteria dove trovate i classici cantucci alla toscana e anche trattoria con pochi posti a sedere, in pieno centro, piatti della tradizione toscana dalla farinata di ceci al pecorino e ai salumi tipici.
- Forno Sartoni dal 1933, via de cerchi 34 r, non solo cantucci, dolci della tradizione fiorentina ma anche pane, pizza e focaccia, un locale molto frequentato in centro con spazio per consumare sul posto.


Gelato a Firenze
Gelateria Santa Trinita, un indirizzo che ho scoperto di recente dai gusti molto originale come il gelato al sesamo, gelato al sesamo nero, ai più classici gelati al lampone e al pistacchio di bronte.

Profumi ed prodotti erboristici
Officina Profumo - Farmaceutica di Santa Maria Novella aperta nel 1612, quest'anno ricorrono i 400 anni dalla fondazione. L'officina porta avanti la tradizione nata nelle Farmacia dei conventi nel medioevo. Ci sono tra le migliori essenze e profumi richieste in tutto il mondo, Acque di Colonia al profumo di Frangipane, Gelsomino, Iris, Melograno e dei prodotti per la cura e l'igine della persona come l'acqua di Melissa. Personalmente mi ha più interessato la ricchezza di preparazioni erboristiche e di integratori alimentari naturali con personale molto competente.

Ospitalità da Turismo Lento , Residence d'epoca a Firenze
- Palazzo Tolomei, da 120 €
Ospitalità da Turismo Lento , B&B a Firenze
- Tourist House Liberty  da 60 a 99 € 

Ecco la mappa di Firenze con tutti i luoghi indicati nel post, ho deciso di aggiungere un serivizio in più se cliccate su Firenze Go Slow, ci sono tutti gli indirizzi per rendere più facile la navigazione.


Visualizza Firenze Go Slow in una mappa di dimensioni maggiori

venerdì 20 aprile 2012

Yoga e lentezza, Yoga Festival a Merano 2012

Domanda di Claudia Ci sono delle destinazione turistiche dove privilegiano l'attività dello Yoga?



Risposta: ci sono diverse modalità per fare Turismo Lento, chi passa delle ore a pescare sull'argine di fiume, ma ci sono anche coloro che sono all ricerca di una vacanza che offra la possibilità di potenziare e coltivare la propria interiorità.
Ci sono diverse modalità per coniugare vacanza e la voglia di relax, una delle più ricercate è sicuramente lo yoga, che condivide con la ricerca della lentezza molte più cose di quelle che si può superficialmente credere.
Cosi negli anni si è creata una vera e propria rete di centri sotto il segno del rilassamento mentale e del training per l’aumento delle proprie energie vitali, momenti di vacanze che alternato tra lezione di yoga e escursione sensoriale in mezzo alla natura.

Ci sono dei centri esclusivi dei veri e propri centri d'ospitalità dedicati allo Yoga:
Formentera Yoga Beach Club
Tenerife Breathguru
Marbella Shanti Shom
Toulouse, Chateaux Dumas

Ci sono poi dei alberghi e welleness, che ospitano all'interno dei loro welleness center dei programmi appositi in modo continuo:
Alto Adige, Hotel Vigilius Mountain Resort, Lana (BZ)
Alto Adige, Hotel Adler Ortisei Val Gardena
Alto Adige, Hotel Garberhof, Malles Venosta
Alto Adige, Hotel Adria, Merano
Alto Adige, Hotel Rosa Alpina, San Cassiano in Val Badia, Ski e Yoga
Austria, Central Spa Hotel Sölden, molto vicino al confine con Italia

Ci sono delle strutture agrituristiche che ospitano programmi di Yoga, un' interpretazione originale di vivere al contatto con la natura:
Umbria, La Locanda della Quercia Calante, Castel Giorgio, Terni
Umbria, Villa Stampa, Lisciano Niccone Perugia
Marche, Caravanserraglio agriturismo, Serrapetrona (MC)
Marche. Agriturismo Fonte Chiara, Treia MC
Toscana, Podere la Piana, Fivizzano MS
Toscana, Poggiarello, Monteriggioni
Toscana, Fonte Vetriana, Sarteano Val d'Orcia (Siena)
Veneto, Agriturismo Palazzetto Ardi, Gambellara (Vicenza)

Yoga alle pendici e sull'Etna
Sicilia, Pura Vita Yoga, Catania
Sicilia, Serra la nave , Ragalna CT

Questa settimana a Merano si svolge Yoga Festival 20, 21, 22 Aprile 2012

Io penso che lo yoga sia una disciplina  e come tale vada praticata in modo costante e continuo, un approcio alla disciplina durante la vacanza sicuramente è importante e si può trarne beneficio, tuttavia dovrebbe fare parte di un percorso personale. 
Ogniuno deve sapere trovare dove e come i propri momenti di raccogliemento e di crescita interiore, molte delle strutture che vedete scritte sono dei hotel da super lusso, crescita interiorr non vuole dire questo, ci possono essere tante strade.

Altri appuntamenti questi fine settimana
Settimana della Cultura 14-22 Aprile
Tipicità a Fermo
Un filo tra i fiori a Villa Hambury
Arazzi in vista a Cervara, Santa Margherita Ligure
Crociera trekking arcipelago toscano Elba-Giglio
Grotte di Montello con TOsee
Teekking in Salento con Avanguardie

sabato 14 aprile 2012

I luoghi dei tulipani: Istanbul, Keukenhof, Pralormo

La primavera è per antonomasia la stagione dei fiori, ci sono grandi gruppi di appassionati che inseguono la fioritura e  colori dei tulipani. In Europa i tulipani sono associati ai Paesi Bassi ma in realtà la cultura e la tradizione della coltivazione del fiore è turca. In Asia i tulipani crescono spontaneamente, l'origine secondo molti è iraniana, secondo altri sono fiori che crescono spontaneamente alle pendici dell'Himalaya. Arrivarono a Costantinopoli come dono delle provincie conquistate dal sultano Solimano I , che inizio la sperimentazione della coltivazione con nuove varietà per adornare i giardini del suo palazzo.
In Europa i tulipani arrivarono ufficialmente nel 1554  dal fiammingo Ogier Ghislain de Busbecq, ambasciatore di Ferdinando I alla corte di Solimano il Magnifico,furono inviati in tutta Europa, Luigi XVI fu grande estimatore di questo fiore, ma solo nei Paesi Bassi che ebbero successo e trovano le condizioni ideali per la coltivazione, oggi i più grandi coltivatori di tulipani sono proprio gli olandesi.
Nel linguaggio dei fiori, il tulipano ha significati diversi a seconda delle fonti, per alcuni rappresenta l'amore perfetto, per altri rappresenta la sensualità, per altri ancora secondo me più interessanti rappresenta l'incostanza.

Istanbul, 7° Intenational Tulip Festival, Parco di Emirgan, Aprile 2012
Il tulipano è il simbolo della Turchia, la parola tulipano deriva dal turco tulbend che vuole dire turbante, il tipico cappello turco, che ricorda molto la forma del tulipano ogni anno a Istanbul si svolge il festival del Tulipano una rassegna che non è solo un concorso botanico ma anche culturale, storico e artistico. Tutti i parchi della città sono adornati da questi bellissimi fiori di più di 500 varietà diverse, si calcola che sono stati impiantati bel 11 milioni di bulbi, nei luoghi di Taksim Square, Emirgan, Hidiv, Göztepe Rose Garden, Büyük Çamlıca, Sultanahmet Square, and Gülhane Park, tutti luoghi pubblici, il più bello? Il parco di Emirgan è la sede dell'evento ma i giardini di Topkapi hanno un fascino particolare con tutti quei colori. Info Islanbulunlalesi o Ente Turismo Turchia.
Si ringrazia Consumerclub per il filmato © Istanbul Tulip Festival


Keukenhof, Paesi Bassi NL


È il parco della primavera 32 ettari di terra 7 milioni di fiori che vi aspettano, tulipani, giacinti e narcisi è in assoluto l'attrazzione turistica più vista dei Paesi Bassi  È abbastanza difficile descrivere la sensazione che si prova quando si vedono distese colorante di tulipani, dai colori alle forme più strane. Si può visitare anche in bicicletta, tenete presente che è un parco di divertimenti dove tutto è organizzato. Se siete ad Amsterdam prendetevi un intera giornata per l'escursione. Keukenhof si trova nel comune di Lisse tra Amsterdam e l'Aia dove ci sono dei Pullman della Connexxion che collegano tutti i giorni (circa un' ora di tragitto) e bus navetta da Schiphol per coloro che arrivano in aereo. Tutte le Info sul sito Keukerhof ingresso € 14,50, Il giorno 21 Aprile sarà in giorno della grande parata Boemencorso.

Castello di Pralormo Messer Tulipan, Torino

Si tiene anche anche quest'anno la XIII° edizione di Messer Tulipano che dura tutto il mese di Aprile fino al 1 maggio 2012, 75.000 tra tulipani e narcisi attendono la vostra visita e 80 orchidee di diversa varietà. Per chi non vuole andare lontano e ama i tulipani ci sono luoghi anche in Italia dove potere vedere questi fiori, inoltre per evitare di prendere l'auto ci sono dei pullman navetta messi a disposizione della provincia di Torino per raggiungere l'evento. L'ingresso all'evento costa 7,5 €, tutte le info nel video.
Si ringrazia user ilmercoledi del sito ilmercoledì per la condivisione del filmato © Tulipano Messer a Parlormo

Il viaggio di Erika a Pralormo

Castiglione del lago (PG), Umbria dal 13/15 Aprile 2012
Si tiene una festa dedicata al tulipano anche a Castiglione del Lago (PG), l'evento è nato nel 1956 quando alcuni olandesi si trasferirono a Castiglione. La festa prevede la sfilata di carri allegorici decorati con tulipani, l'evento si svolge nel centro storico il bilgietto d'ingresso è di 7,5 €.

Per altri appuntamenti di questo weekend guardate la colonna a destra eventi turismo lento sotto i lettori fissi del blog, che verrà aggiornata giornalmente.

venerdì 6 aprile 2012

Una Pasqua Slow una Pasqua da Turismo Lento

In arrivo i giorni di vacanza di Pasqua, può essere anche un occasione per scoprire il proprio paese o la propria regione. L'inverno è appena terminato sulle montagne c'è ancora le neve mentre c'è chi già pensa a fare il bagno in mare. La Pasqua è anche tradizione di paese in paese è un susseguirsi di precessioni, via crucis, riti tradizionali, accanto a queste proposte che altri media sicuramente avranno ben documentato, ho deciso di proporvi sulla base della mia esperienza altri percorsi.

Per i più sportivi ritemprarsi nella natura:

Jogging juice
Una nuova pratica sportiva il correre tra gli alberi da frutto, in questo periodo tra l'altro inizia nella zona di Merano la fioritura dei peschi, dei ciliegi e tra qualche breve tempo la fioritura dei meli. Questa pratica fa parte di una nuova filosofia Bio, che oltre a stimolare il movimento fisico sostiene che il contatto positivo della natura per dare una maggiore energia sia fisica che spirituale
Info: Thiner's Gartner Bio Vital Hotel, Gargazzone (BZ) sulla strada da Bolzano e Merano.

Sciare sostenibile e senza auto:
Val Gardena: Piste aperte fino al 15 Aprile
Alpe di Siusi: sciare senza auto, ci sono piste aperte fino a tutte le vacanza di Pasqua



Le oasi di tranquillità e serenità
agriturismi luoghi dell'ospitalità delle lentezza selezionati da Turismo Lento:
Locanda Casa Nuova, Figline Valdarno (Toscana)
Podere Terreno, Radda in Chianti Toscana
Badia a Coltibuono, Siena Toscana
Casa del Grivo, Faedis, Udine (Friuli Venezia Giulia)
Bad and Breakfast Domaine Clavesana Luzi Donadei a Clavesana, Cuneo
Charme Hotel Urerhof, Ortisei Valgardena Alto Adige
Baddreikirchen, Barbiano Bolzano Alto Adige
Maso Oberhaslerhof, Schenna Merano, Alto Adige
Agriturismo I Mandorli, Bovara di Trevi (PG), Umbria
Locanda della Valle Nuova, Sagrata di Fermignano (Urbino) Marche
Sexantio, Abruzzo
La Realidad, Le Manie, Savona Liguria


Grandi Giardini Italiani
- Villa Carlotta, lago di Como Lombardia : l'ora del tè fumante .. elogio della Camelia Sinensis, Fioritura dei giardini di Villa Carlotta al quale si unisce una degustazione di tè provenienti da tutto il mondo.
- Castello di Pralorno, Torino Piemonte: Messer Tulipano XIII° Edizione
- Giardini Botanici Hambury, Ventimiglia (IM) quale migliore periodo per una vista tra i giardini più belli e interessanti d'Italia, per tutto il mese chi visita i Giardini partecipa al concorso fotografico Obiettivo Hambury 2012.



Turismo Culturale: Urbino
Si inaugura a Urbino il 6 Aprile la Mostra La Citta' Ideale. L'utopia del Rinascimento a Urbino tra Piero della Francesca e Raffaello", a Palazzo Ducale, un occasione per scoprire una città e il suo territorio. Il luogo delle mostra è la Galleria Nazionale che ospita già i dipinti di grandi pittori italiani come appunto Piero della Francesca e Raffaello protagonisti dell'evento. Completano il soggiorno a Urbino 11  percorsi Ciclo Turistici per i più sportivi e per i golosi i prodotti tipici del territorio come la Casciotta d'Urbino, il prosciutto di Carpegna, Olio l'Oliva Dop Cartoceto.


Estero vicino a noi è facilmente raggiungibile in treno:
Lugano Pasqua in Città, mostra mercato intrattenimento musicale, un occasione per scoprire una Lugano un po' diversa dal solito tra profumi, sapori e note musicali.

Pasquetta in Piemonte
Gourmand in Treno Torino Bra:
Torino-Bra, un treno storico che partirà alle 8.30 del mattino in stazione Torino PN, a rriverà alle 10 a Bra. La quota di partecipazione è di 30 euro include il viaggio, le visite guidate alla città, un cestino ‘merenda sinoira’ per il pranzo a base di prodotti tipici e l’ingresso alle mostre. A Bra si potrà partecipare all'evento della Salsiccia, la mostra ‘Arte in Tavola’, la 12° Mostra dell’artigianato artistico, shopping tra le tante bancarelle del mercato di Pasquetta, con i produttori enogastronomici delle Cittaslow. Anche se non mi piacciono i viaggi della nostalgia mi piacerebbe che sempre più persone per i loro spostamenti utilizzino i treni, sempre più efficienti d'oggi e di ieri possono aiutare molto l'ambiente. Per informazioni e prenotazioni:  turismo@comune.bra.cn.it., Pasqua a Bra, In treno Torino Bra

Ovunque voi siate, indipendentemnte da qualsiasi cosa farete, auguri di Buona Pasqua