lunedì 25 marzo 2013

Firenze a Pasqua: la Primavera del Rinascimento al Palazzo Strozzi e lo scoppio del carro dei Pazzi

Firenze è da sempre una delle mete preferite per le vacanze di Pasqua, posta più o meno a metà della penisola è facilmente accessibile con un tempo di percorrenza accettabile in treno da molte città d''Italia.
Firenze è sopratutto storia è uno dei simboli del Rinascimento Italiano che ha fortemente condizionato la storia dell'Umanità, se la famiglia dei Medici ha rappresentato al meglio la città, per questa Pasqua scopriamo altre due famiglie nobili fiorentine dell'epoca che hanno fatto la storia della città : i Strozzi e i Pazzi.

Palazzo Strozzi
Si tiene a Palazzo Strozzi la Mostra "La primavera del Rinascimento dal 1400 al 1460" dal 23 Marzo al 18 Agosto 2013, mette e fuoco un periodo di pochi anni dove il Rinascimento è stato il massimo dell'espressione delle arti in Europea, mettendo in luce aspetti noti e meno noti dell'epoca e dell'arte e dei suoi protagonisti. Palazzo Strozzi è parte integrante della Mostra, in quanto è considerato uno dei capolavori architettonici del Rinascimento, voluto così grande da Filippo Strozzi per competere con Palazzo Medici, e rappresenta la dimora ideale signorile del Rinascimento, ironia della sorte l'ultimo Strozzi si spense all'inizio del '900 non lasciando eredi, mentre la famiglia Medici si estinse nel 1737 con il passaggio ai Lorena Asburgo.


Si ringrazia del canale You tube toscanaweb.tv per la condivisione del video

La tradizione dello scoppio del carro la domenica di Pasqua
Questo rito dello scoppio del carro ci riporta alla Famiglia dei Pazzi, altra famiglia fiorentina protagonista della congiura dei Pazzi contro i Medici. Pazzino de' Pazzi, partito crociato per la Terra Santa con Goffredo di Buglione, fu il primo a salire sulle mura di Gerusalemme ed espugnare la città, in segno di riconoscimento gli vennero donate tre pietre del Santo Sepolcro.
Secondo la tradizione il sabato santo dopo la liberazione di Gerusalemme venne attinto un fuoco, il fuoco benedetto per purificare la città. Lo stessa tradizione Pazzino de' Pazzi la porta a Firenze così ogni anno dallo sfregare le pietre focaie del Santo Sepolcro si ottiene il fuoco per benedire la città.
Il rito invece come è celebrato oggi è frutto delle diverse evoluzione storiche, il giorno di Pasqua il corteo parte alla 9,00 da via del Prato e percorre tutto il centro storico fino alla Cattedrale dove una colombina lanciato in chiesa accede un carro con fuochi artificiali, al corteo partecipano personaggi in costumi storici, musicisti e sbandieratori, che ricordano a tutti la storia della città.
Raggiungere Firenze in treno: Trenitalia, Italo


Firenze a tavola
Firenze è anche cucina toscana, l'arte e la cultura in cucina, una cultura che nonostante gli anni e i secoli e le contaminazioni rimane intatta : zuppa di farro, ribollita, pappa con il pomodoro, merluzzo alla livornese, frittelle di riso sono tra i classici, un ottima possibilità anche per degustare i prodotti del territorio dal formaggio di Pienza ai salumi di cinta senese una cucina molto del territorio, una cucina povera, una cucina stagionale.
Per Pasqua un capitolo a parte lo meritano i dolci dalle celebre Schiacciata di Pasqua ai classici per tutte le occasioni di Ricciarelli, Cavallucci e Panforte.


Alloggiare a Firenze Go Slow Green
Rispetto allo scorso anno aggiungiamo quelle strutture ricettive nella città di Firenze che sono state segnalate per seguire una filosofia green con attenzione all'impatto ambientale e il servizio in bicicletta di risciò o meglio Pedicab, che si aggiungono alle informazioni precedenti.
Granduomo Piazza Duomo 1/7 - Firenze
Residenza d’epoca del Moro Via del Moro 15 - Firenze
Albergo Kursaal & Ausonia, Via Nazionale 24 - Firenze
B&B Relais Firenze Stibbert Via Lambruschini 49 - Firenze
Abatjour Ecofriendly B&B Viale Cadorna 14 - Firenze
La casa dei Tintori Corso Tintori 33 - Firenze

Muoversi a Firenze in riscio:


Toscana Go Slow Green
La toscana non è solo Firenze e diamo alcuni consigli per una Pasqua in Toscana da turismo lento:
Locanda Casa Nuova, Figline Valdarno (Toscana)
Podere Terreno, Radda in Chianti Toscana
Badia a Coltibuono, Siena Toscana
Il Borro Resort Spa un Borgo Medievale in San Giustino Valdarno
Adler-thermae, a Bagno Vignoni San Quirico d'Orcia




Visualizza Firenze Go Slow in una mappa di dimensioni maggiori

Post correlati: 
Firenze Go Slow il giardino degli iris e il giardini delle rose
Firenze Trekking e Bike Anello del Rinascimento
Una Pasqua Slow da Turismo Lento
Pasqua 2011 agriturismi luoghi di nobile ospitalità
Turismo a Pasqua in Val d'Orcia: Bagno Vignoni


venerdì 22 marzo 2013

XXI Giornata FAI di Primavera: 23-24 Marzo 2013

Anche quest'anno si rinnova il tradizionale appuntamento con il Fai, quel turismo lento da scoprire vicino casa i gioielli dell'arte e della storia d'Italia.
Il Fai terrà aperto alcuni siti storici culturali e ambientali nel prossimo fine settimana, sono circa 700 presenti in tutte le regioni italiane, un invito a selezionare quello che più vi piace o che trovate più interessante magari nella vostra stessa città, nella speraranza che il tempo metereologico ci dia una mano, io ho selezionato alcune piccole perle molto interessanti:

Firenze
Certaldo Alto
- le vie del Boccaccio

Lombardia
Sul Lago di Como
- Cernobbio, Parco di Villa Erba
- Cernobbio, Villa Bernasconi

Lazio

Piemonte
- Trivero, Lanificio Ermenegildo Zegna, archivio  storico e laboratori didattici sulla sostenibilità

venerdì 15 marzo 2013

Primavera ad Amsterdam: le fioriture di primavera al Keukenhof, 717 la nuova ospitalità di charme, design e mercatini bio.


Il soggiorno ad Amsterdam a molti viene in mente Van Gogh o le vetrine a luci rosse, ma Amsterdam offre molto di più, è una citta che bisogna imparare a conoscere e non fermarsi alle apparenze, negli ultimi anni c'è un nuovo vento di rinnovamento che guarda al gusto e al piacere della vita.
Keukenhof, il parco delle fioriture primaverili
La fine di questo mese si inaugura al Keukenhof il 21-29 marzo la mostra dei tulipani, che apre di fatto la stagione delle fioriture che chiuderà il 20 Maggio con l'esposizione della fioritura dei gigli, delle calle e dei garofani, due mesi di fioriture che danno uno spettacolo molto particolare e fanno conoscere in modo diverso i Paesi Bassi.
Open Garden Days 2013
Sempre ad Amsterdam il 14. 15, 16 Giugno si tiene open garden days dove vengono aperti al pubblico i più belli giardini privati della città, un autentica scoperta di un aspetto della vita degli olandesi poco noto il culto dei giardini.
717 una casa di charme
Per alloggiare tra le diverse offerte tra alberghi e BB, ho trovato una formula diversa di appartamento al 717, apparentemente una vecchia casa olandese arredato in stile "dutch" come dicono loro, un misto hotel ed appartmento arricchito con una bella e ricca biblioteca, dove si respira un aria ed atmosfera tipica più come se fosse un autentica casa nobile di una famiglia più che un albergo.
Amsterdam shopping design
La caratteristica di Amsterdam è la capacità di sapersi sempre rinnovare i nuovi hotel aperti negli ultimi anni sono delle autentiche opere di design architettonico del nuovo millennio, una nuova sensibilità al gusto figlia di una grande scuola d'architettura e di design, tutti i luoghi sulla mappa dagli alberghi ai ristoranti, meritano di essere visti per le soluzioni innovative, potete avere un anticipo cliccando sui siti internet. Sempre sulla mappa negozi e gallerie di design un nuvo rinnovamento per una nuova Amsterdam.

Video 1 Spring in Amsterdam

Amsterdam vivere come un olandese
La Bicicletta: non provate a camminare sulle ciclabili della città, vi potrebbero apostrofare in modo poco ortodosso, Amsterdam è la città della bicicletta e bisognerebbe vederla cosi, i noleggi più convenienti presso Macbike.
Navigare sui canali: anche se non piace la definizione di Venezia del Nord, amsterdam va vista dai canali si può noleggiare una barca e fare un proprio giro se si è esperti oppure un tour sui canali d'acqua da Private Boat Tour
Mercati: Mercato di Albert Cuyp, Dappermarkt, Boerenmarkt di Noordermarkt, Boerenmarkt di Nieuwmarkt trovate indicazioni sulla mappa, non dimenticate il Bloemenmarkt il mercato dei fiori che si tiene tutti i giorni dalle nove alle 17,00 domenica inclusa.

Info: Amsterdam Tourism, Keukenhof, 717 hotel

Open garden days inlcude apertura dei Museum Van Loon, Keizersgracht 672; TIN - Theater Museum, Herengracht 168; The Bible Museum, Herengracht 366-368; Huis Marseille, (museo della fotografia) Keizersgracht 401; and Museum Willet-Holthuysen, Herengracht 605

Arrivare in treno ad Amsterdam: non ci sono treni diretti in primavera, il metodo più comodo è raggiungere Amsterdam da Parigi, da Milano sono 11 ore, Milano Garibaldi - Paris Gare de Lyon  7,30h a Parigi Gare du Nord Amsterdam Centraal 3,15 h alternativa è Milano con 3 cambi a Basilea e Dusseldorf in totale si parte alle 7,25 e si arriva alle 20,26.

Noleggiare biciclette ad Amsterdam: informazioni sul sito Iamsterdam: tra i noleggi Bike City, Mac Bike, prezzo medio di noleggio giornaliero 8-10 euro.

Tessera turistica Iamsterdam, per girare la città ed entrare nei musei a prezzo forfettario Info Iamasterdam City Card


Visualizza Go Slow Green Amsterdam in una mappa di dimensioni maggiori


Un omaggio ad Amsterdam in Primavera di Jing Cai

Video2 Amsterdam Dutch Spring

41° Settimana della buona cucina della Valle Isarco, etape gourmand in Alto Adige

Dall' 8 al 24 marzo 2013, un viaggio alla scoperta dei sapori 2 settimane dal 8 al 24 marzo 2013 gusti e sapori sono in programma alla “Eisacktaler Kost”, la rassegna gastronomica più antica dell’Alto Adige.
Ben 19 ristoranti ed esercizi alberghieri della valle organizzano le settimane gastronomiche, un evento apprezzato dalla popolazione locale come dagli ospiti , piatti tradizionali tratti dai ricettari delle nonne. 
Tra i partecipanti ho selezionato: 
Portici Minori 4 - Bressanone
Il ristorante Fink, operativo dal 1896 e da sempre di proprietà della famiglia Fink, è gestito ormai dalla quarta generazione, un appuntamneto fisso per coloro che si recano a Bressanone, cucina tradizionale e cucina del teritorio al piano di sopra mentre al piano di sotto una sala da thè e bar con pasticceria.
Gudon 45 - Chiusa
In una posizione molto raccolta di fronte al Castello di Gudon, cucina di grande professionalità, da grande scuola alberghiera dove convivono tradizione e innovazione.
S. Pietro 106 - Val di Funes
Il ristorante che si distingue nella Val di Funes. Lo chef Oskar Messner conferisce una nota particolare ai piatti tradizionali diverso dagli altri ristoranti è quello che pur rimanendo nella tradizione abbraccia nuove idee, nuove tecniche per una cucina più leggera e moderna.


Vicolo F. v. Defregger 14 - Villandro
Albergo ristorante di gran classe con delle sale molto ben arredate, la cucina è moderna e di grande professionalità come il servizio, in grado di soddisfare sia una clientela tradizionale che una clientela più gourmand e ricercata, è uno dei migliori ristoranti dell'Alto Adige.
Informazioni dettagliate:
tel. 0472 802 232
info@valleisarco.info

giovedì 7 marzo 2013

Route du Mimosa, la strada della Mimosa, da Grasse a Bormes les Mimosas

Percorrere in inverno 130 km puntellati da piante di Mimose in fiore lasciatemelo dire è un grande piacevolezza per la vista, è dalla nascita di questo blog che seguo questo evento, non so dire perchè ma mi piace molto, sarà per via del profumo che si respira tra terra e mare, sarà perché mi sento già in primavera, sarà il colore delle mimose che con il cielo azzurro dà una grande energia, sarà perché vado in giro a visitare le serre e le colline coperte di mimose ma anche tanti piccoli artigiani di miele, formaggi di capra, produttori bio di frutta e verdura, questo percorso mi si è trasformato in una strada molto più ricca, della Mimosa ma anche di tante altre cose buone.
Mi sono cosi creato un percorso sulla strada della Mimosa molto personale con indirizzi delle cose più curiose e simpatiche da vedere abbinate al fiore della Mimosa, non è una guida classica ma appunti personali:



La confiserie Florian a pochi minuti da Grasse, visita guidata con lavorazione di frutta candita e fiori cristallizzati, località Le Pont du Loup a Tourrettes-sur-Loup, Tél. 04 93 59 32 91
Espace terroirs, boutique con una selezione di prodotti del territorio fatta da Barbara et Nicolas De Choudens, acque floreali, sciroppi, miele. 45 chemin des Castors - Quartier St-Antoine.
Moulin du Rossignol, gli olivi sono una presenza costante nella zona di Grasse, mulini per olio, un vecchio mulino del 1760 ancora oggi in grado di funzionare.
Huilerie Sainte Anne, appena fuori Grasse sulla strada per Druguignan, un vecchio mulino con ingranaggi di legno con una vasta scelta si selezioni di olio di varietà locali.
Maison Venturini,1 rue Marcel Journet per la tipica Fougassette, una deliziosa brioche profumata all'acqua di fiore d'arancio, è anche il forno più famoso di Grasse da gustare anche la focaccia semplice.
Grasse è profumerie immancabile le visite da Molinard, Fragonard, Galimard, Gagwleski, Florihana bio.
Alloggiare a Grasse, io preferisco alloggiare fuori Grasse come per esempio alla Chambre d'Hotes Villa Vertigo 70 euro anche Huilerie Sainte Anne ha una residenza con Chambre d'Hostes sui 100 euro, quello che a me piace di più è L'Oustalet, offre un ambiente confortevole arredato con gusto da 115 euro.

La mimosette, da Fournil du logis, si tratta di una specialita tipica che si prepara solo in inverno per la festa della Mimosa, una specie di pane dolce briosciato.
Piantagione di Mimosa da Reynaud Stéphane e Reynard Jean-Paul, Direct Mimosa

Tanneron
Visita ai Vivai di coltivatori di mimose come : Forcerie Augier, Forcerie Bosi, Forcerie Leze, Forcerie Apicoltore Vial : quest'ultimo oltre ad una vera una coltivazione di mimose ha una interessante collezione di agrumi, produce miele e sciroppi di mimosa.
Fromagerie De Belay Stephane in località Les Marjoris, piccolo produttore di formaggi di capra, naturali o aromatizzati con erbe o frutta secca.


Mandelieu - La Napoule 
Coltivazione di Mimose : Oggero Mimosa, 120 place Jeanne d’Arc
Torta Mimosa ai frutti canditi di Provenza di François Raimbault chef pâtissier del ristorante Oasis, ristorante di due stelle della Guida Michelin, a mezzogiorni menù a 41 euro.

Saint-Raphael: 
Patisserie Le Palet d’Or : Macarons di guimauve alla Mimosa, cioccolato Le Mimosa d’Agay

Saint Maxime
Les chocofleurs di Jean-Louis Viassaud, cioccolato al gusto di fiori, rosa, violetta, fior d'arancio e fior di mimosa.

Bormes les Mimosas 
Il più famoso coltivatore di mimose : Julien Cavatore, coltiva ben 180 varietà diverse di mimosa, una collezione unica in Europa, nel video qui sotto un suo intervento alla televisione francese.




Quello che mi piace di questa strada della mimosa è l'avere trasformato una risorsa economica molto importante per i coltivatori del luogo ad una risorsa anche turistica abbracciando quello che il marketing del territorio, segno che marketing turistico e marketing del territorio possono funzionare insieme n Italia si parla tanto di questo ma oltre le parole si vede poco.

Sulla mappa ci sono BB, ristoranti, vivai, panettieri, pasticcerie e quanto altro in questi cinque anni ho inserito sulla strada della Mimosa.


Visualizza Route du Mimosa, la strada della Mimosa in una mappa di dimensioni maggiori

8 Marzo auguri a tutte le donne, fate dell'8 marzo il giorno di sempre

lunedì 4 marzo 2013

Gli eventi culturali artistici più importanti del 2013 in Europa

Si viaggia per conocere cose nuove ma sopratutto per curiosità, durante l'anno mi dimentico sempre qualche appuntamento importante e degno di nota, metto questi appuntamenti nel box a destra come appuntamenti anche se non hanno il giusto rilievo ecco quelli che ritengo tra i più importanti del 2013.
Parigi, Le Printemps des Poètes dal 9 al 24 marzo
Un evento sorprendente dedicato alla poesia ben circa 5.000 poeti affollano le strade, le scuole, i caffè ed i musei di Parigi con spettacoli e recital, dibattiti e mostre dedicate all'arte della poesia. Per chi ama la poesia di tutte le lingue non solo francese è un appuntamento di grande interesse e confronto.
Una degli appuntamenti classici dell'estate dal 6 al 27 luglio, sono circa una trentina le compagnia d'arte chiamate ad allestire uno spettacolo, si guarda a tutte le arti dala recitazione al ballo, ai percorsi classici e innovativi, rappresentazione di testi nuovi, un grande laboratorio artistico.
Un grande impegno della città , ne abbiamo gia parlato e ne riparleremo ancora, a breve questa primavera l'inaugurazione ad Aprile del MuCem, il Museo della civilizzazione dell'Europa e del Mediterraneo e dell' apertura il 9 Aprile del percorso espositivo della Ville Mediterranèe.

La seconda capitale europea della cultura per 2013, tanti eventi tra il più  attesi c'è International Jazz festival dal 3.10 al 5.10.13 è la prima volta che il jazz è protagonista di un calendario della cultura europea,
Berlino  25° Tanz in August.
Festival dedicato alla danza con spettacoli da tutto il mondo dall'Inghilterra come dall'india, un cartellone sempre ricco e vario.

Mantova Il Festival della Letteratura dal 4 all'8 Settembre 2013
Festival dedicato alla letteratura una grande opportunità per la città di Mantova, ha ridotto le distanze tra lettore e autore, un appuntamento da non perdere.
Venezia, Biennale dal 1 Giugno al 24 Novembre
Venezia  non ha bisogna di presentazione la biennale, Si svolgerà dal 1° giugno al 24 novembre 2013 (vernice 29, 30, 31 maggio), nelle tradizionali sedi dei Giardini e dell’Arsenale nonché in vari luoghi della città, la 55. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia.
Mostra nata da un progetto che ha messo insieme la Fondazione Palazzo Strozzi e il Museo del Louvre, prima tappa a Firenze e poi una seconda tappa a Parigi dal 26 Settembre 2013 al 6 Gennaio 2014, si tratta di una mostra molto completa che offre più temi dai padri del Rinascimento ai nuovi mecenati del Rinascimento.
Tutte le mete sono raggiungibili comodamente in treno info Trenitalia, SNCF ferrovie francesi DB Bahn,

venerdì 1 marzo 2013

Mentone, Fête du Citron 2013, fino al 6 Marzo


Si svolge fino al 6 Marzo, una delle feste che ai nostri lettori seguono di più, in particolare tutti quei lettori che  collezionano agrumi e sono interessati alla loro coltivazione, aroma, colore e sapore.
L'evento quest'anno si ispira al racconto di Jules Verne che ha come protagonista Phileas Fogg e il servitore Passepartout, il giro del mondo in 80 giorni, ed è un giro nel mondo negli agrumi, presso l'ufficio del turismo è possibile prenotare una visita alle coltivazione dei limone di Mentone, un limone particolarmente apprezzato per l'equilibrio tra acidità e dolcezza.

Una visita lo merita il Palazzo di Carnoles con una collezione di 110 varietà diverse di agrumi, limone, mandarini, arance, clementine provenienti da ogni dove che qui sulla costa azzurra si sono acclimatati.
Durante il sabato sera e la domenica pomeriggio intrattenimento dalle 14,30 con sfilata di carri che hanno come tema gli agrumi protagonisti c'è anche uno spazio lasciato Exposizione di opere d'agrumi ispirato al Giro del mondo in 80 giorni.
Ricordo che si può raggiungere Mentone con il treno da Genova fino alla stazione di Ventimiglia e poi pochi minuti dopo si arriva a Mentone, estero esotico ma vicino a portata di mano.