lunedì 23 gennaio 2017

Aosta, 1017° Fiera di Sant'Orso

Fervono i preparativi nella città d'Aosta per ospitare la 1017° edizione della Fiera di Sant'Orso, che è la Fiera più importante e più conosciuta della Regione Valle d'Aosta.
L'evento che rivive la tradizione di Sant'Orso, parroco d'Aosta che era solito regalare ai contadini abiti e strumenti per lavorare la terra e per lavorare il legno. Per favorire più entrate economiche in particolare durante l'inverno prima di riprendere il lavoro nei campi a primavera.
Oggi la Fiera di Sant'Orso raccoglie maestri dell'artigianato e dell'arte di lavorare il legno tra le via d'Aosta nel pieno centro della città, il percorso si snoda tra Piazza Arco Augusto e Piazza della Repubblica e lungo le vie limitrofe. Per i più golosi, una fiera per conoscere le specialità gastronomiche della Valle D'Aosta dai formaggi ai salumi, potremo trovare il formaggio tipico la Fontina Dop, la toma di Gressoney, Fromadzo, Brossa, prodotti come freschi come lo yogurt, caprini e ricotta,  i salumi come il Lardo d'Arnaud, Mocette di camoscio, Jambon de bosses, Bouden, Teteun.
Non mancheranno prodotti freschi e lavorati come le mele, le pere martin-sec, le castagne, il miele, le confetture di frutti di bosco, lo speciale olio di noci, grappa, genepy, pane nero e dolci  in particolare le tegole e la loro alternativa senza glutine le lose alle nocciole tipiche di Cogne senza latticini, senza lieviti e senza uova .
Da tenere d'occhio mentre si cammina nel centro della città, i punti rosso neri per la ristorazione tipica dove vengono servite esclusivamente specialità locali come Zuppa d'orzo e Castagne, la classica fonduta, souppa de Quart, la fonduta di fontina con patate, il cotechino con patate e fagioli, bollito salato con patate, Messata e salignon, Polenta Valdostana, Toma valdostana e Crostata con panna montata fresca.
L'aspetto più originale è tipico è però "la veilla", cioè la notte tra il 30 e il 31 Gennaio, dove i cittadini e ospiti d'Aosta rimangono in piedi aspettando l'alba del nuovo giorno, che secondo la tradizione è l'ultimo giorno più freddo dell'anno.




Il programma 2017
28 Gennaio Apertura dell'Atelier e del Padiglione enogastronomico
29 Gennaio ore 21: concerto del Coro di Sant'Orso presso la Chiesa di Sant'Orso di Aosta
30 Gennaio, dall'alba alla sera: fiera nel centro d'Aosta, esibizioni itineranti di gruppi folkloristici e dimostrazioni dal vivo
ore 16: Veillà di Petchou (veglia dei piccoli) presso la Cittadella dei Giovani
ore 18: messa dedicata agli artigiani presso la Chiesa di Sant'Orso
ore 19: premiazione ufficiale in piazza Sant'Orso
dalle ore 19 fino a tarda notte: Veillà
31 Gennaio, dall'alba alla sera: fiera, esibizioni itineranti di gruppi folkloristici e dimostrazioni dal vivo
ore 21: Concerto finale di chiusura "Spectacle de musique traditionelle - Lo bouque son-e" al Teatrlo Splendo.
Atelier degli artigiani ed il padiglione gastronomico trovano posto in piazza Chanoux, nel cuore del centro storico, e nella vicina piazza Plouves. Sono visitabili il 28 e 29 gennaio 2016 con orario 10-19, il 30 gennaio con orario 8-21 ed il 31 gennaio con orario 8-19; l'Atelier sarà aperto anche il 1° febbraio con orario 10-19.
Arrivare ad Aosta alla Fiera di Sant'Orso in bus o pullman: dall'Italia:  Aosta è collegata con Torino, Milano, Ivrea, dalla Svizzera Martigny, dalla Francia da Chambery in Alta Savoia, (info: Autostazione tel. 0165 262027), la Savda propone Milano-Aosta si parte la mattina alle 07.15 e si arriva ad Aosta alle 9,45 a 17 euro.
Arrivare ad Aosta per la Fiera di Sant'Orso in treno: da Torino treni regionali per Ivrea e poi cambio per Aosta, il percorso dura circa 2h, al costo di 9,45 euro. Da Milano non ci sono collegamenti diretti come da Torino ma due cambi a Chivasso e a Ivrea ci si impiega 3h 18minuti  al costo di 16,05 euro!

Per saperne di più: Fiera di Sant'Orso, Regione Vda Turismo

20 commenti:

  1. Che bello poter andare... Un abbraccio a presto

    RispondiElimina
  2. Ottima fiera per scoprire i prodotti locali.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  3. Caro Carmine quando ero in Italia non mancavo mai a queste bellissime fiere e si poteva ammirare il vero artigianato.
    Ciao e buona giornata caro amico con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Prima o poi riuscirò ad andarci...

    RispondiElimina
  5. Una bella e interessante fiera che merita di essere visitata. Buona settimana

    RispondiElimina
  6. Non c'è una sola cosa nella tua lista che io non conosca e di cui non sia golosa (ovviamente) forse manca la grolla dell'amicizia :-)
    per riscaldare le viscere che, diciamolo, .... fa un freddo becco ad Aosta! la fiera è stupenda e tu l'hai descritta egregiamente, sono anni che non ci vado, mi piacerebbe tanto ritornare :-) un caro saluto caro Carmine e grazie per il post

    RispondiElimina
  7. Sono stata in Val d'Aosta ma in estate e ho avuto l'occasione di mangiare e di portare anche a casa la fontina, ho mangiato il lardo che mai avrei pensato sia così buono, il pane con fichi, e noci e altri tipi di formaggio e salumi, tutto molto buono. Immagino una bella fiera, immagino solo anche perché non potrei andare in questo periodo.

    RispondiElimina
  8. Sono splendidi i prodotti della Valle d'Aosta..la conosco molto bene, sa ragazza ho persino scalato!! Grazie per le info..se il tempo permette non sono poi così lontana, un acro saluto!

    RispondiElimina
  9. È sempre molto interessante leggere le tue schede turistiche.
    Buona giornata
    enrico

    RispondiElimina
  10. Consiglio di visitarla è bellissima davvero!!!
    Un abbraccio, buona giornata!

    RispondiElimina
  11. Che bello... non sono mai riuscita ad andarci pur abitando a Torino....

    RispondiElimina
  12. Interessante questa fiera, sarebbe bello andarci! Buona giornata!

    RispondiElimina
  13. Interessante questa fiera, sarebbe bello andarci! Buona giornata!

    RispondiElimina
  14. sono stata un paio di volte ad Aosta ma mai nel periodo della fiera del santo patrono, peccato deve essere una bella manifestazione !

    RispondiElimina
  15. mi piacerebbe molto andare ad aosta e sono felice di scoprire questa fiera che non conoscevo!

    RispondiElimina
  16. conosco poco Aosta, una bella occasione per andarci...

    RispondiElimina
  17. mai stata in quelle zone..una grande mancanza
    dovro' rimediare!!

    RispondiElimina
  18. Le fiere millenarie sono sempre belle.
    Buona serata

    RispondiElimina
  19. Come sempre, un post ricco di tutte le informazioni più utili e interessanti.
    Grazie!!!

    RispondiElimina